LA NUOVA SEDE DELL'HOTEL
DIVINO AMORE CASA DEL PELLEGRINO

Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino

Al fine di accogliere meglio i propri ospiti e di garantire loro dei piacevoli periodi di riposo e spiritualità, dal 7 luglio 2014 l'Hotel Divino Amore Casa del Pellegrino è stato trasferito nella sua nuova sede, a due passi dal Santuario.
La nuova struttura, immersa nel verde, ha stanze di ampia metratura, finemente rifinite, tutte con balcone, aria condizionata e rivestite con parquet.




Lettera del Parroco - Rettore

4 giugno 1944: il voto per la salvezza di Roma

Divino Amore, 25-06-2014

Ex voto, segni di riconoscenza

Cari Amici,
se fosse possibile visualizzare l’intensità emotiva, la passione, la sofferenza, le aspettative dei pellegrini che frequentano il nostro Santuario, vedremmo stagliarsi davanti a noi un arcobaleno fatto di mille colori: i colori tenui della pace ritrovata, quelli cupi delle preoccupazioni, quelli vivaci della gioia e dell’amore per il Signore e per sua Madre.
L’uomo, tuttavia, per le sue caratteristiche peculiari, non può accontentarsi solo di ciò che alberga nel cuore, scrigno riservato ed invisibile. Egli deve poter visualizzare per sé e per gli altri quello che sente dentro e per questo motivo ha bisogno di rappresentarlo attraverso segni sensibili.
Alla grazia richiesta deve corrispondere qualcosa che possa essere visto sulla terra e dal Cielo. Molti ritengono che vi sia superstizione nel cero acceso ai piedi dell’altare, o nella migliore delle ipotesi un segno di devozionismo e nulla più. Questo pensiero appartiene solo a chi vive accecato dal materialismo e non è capace di gettare uno sguardo puro all’interno del mistero. Quel cero è il segno di un legame creato, un ponte che vuole essere il luogo di un appuntamento affinché la grazia si concretizzi. Per un animo abbandonato alla Provvidenza e per uno riconoscente, alla grazia ricevuta, e perché no, anche al miracolo, non può non corrispondere un gesto che dica anche ad altri che si è sperimentata la grandezza dell’Amore di Dio e della sollecitudine materna di Maria. Questo è il motivo per cui da due secoli schiere di devoti hanno lasciato il segno della propria gratitudine con quelli che noi chiamiamo “exvoto”. Proviamo un attimo a pensare, in risposta a chi dà facili giudizi: se riteniamo che anche tra le persone che si vogliono bene non bastano solo le parole ma sono necessari dei gesti concreti che lo rappresentino, perché questo non dovrebbe valere anche in quel rapporto intimo con Colui e Colei che in ogni momento ci danno il segno di un incomparabile amore? Riflettiamoci!

Ave Maria!

Vostro, Don Fernando



Leggi le altre lettere del Parroco-Rettore




Istantanee dal Divino Amore

Domenica 6 luglio 2014 la Comunità "Gesù Risorto" della Parrocchia SS. Rosario di Ercolano (Napoli) è venuta in pellegrinaggio al Santuario del Divino Amore e ha partecipato alla visita guidata.

Domenica 6 luglio 2014 la Comunità "Gesù Risorto" della Parrocchia SS. Rosario di Ercolano (Napoli) è venuta in pellegrinaggio al Santuario del Divino Amore e ha partecipato alla visita guidata. Il gruppo ha vissuto una giornata significativa soprattutto per la coincidenza del loro pellegrinaggio con il 15° Anniversario della Consacrazione del Nuovo Santuario. I pellegrini hanno preso parte alla Solenne Celebrazione Eucaristica delle ore 11 e il nostro augurio per loro lo rivolgiamo con le parole pronunciate da San Giovanni Paolo II il 4 luglio del 1999: “Fa o Madre nostra che nessuno passi mai da questo Santuario senza ricevere nel cuore la consolante certezza del Divino Amore”.


Tutte le Istantanee dal Santuario del Divino Amore



Dialoghi spirituali con Maria

DIALOGHI SPIRITUALI CON MARIA

MARIA TI ASCOLTA!

Informiamo tutti gli Amici del Santuario del Divino Amore che da lunedì 2 dicembre 2013 è disponibile la nuova casella di posta elettronica:

mariatiascolta@santuariodivinoamore.it

Apri il tuo cuore alla Madonna del Divino Amore, scrivile e Lei farà sentire il Suo amore per te.

 336  Amici

hanno già contattato Mariatiascolta

Nota: Tutti i messaggi sono privati e personali e saranno trattati con totale e doverosa riservatezza in osservanza del D.lgs. n.196/03.



Una nuova iniziativa
CAVALIERI E ANCELLE PER LA MADONNA

Cavalieri e Ancelle per la Madonna

PER TE GIOVANE (dai 18 anni in su)
PER TE SIGNORINA (dai 18 anni in su)

DESIDERI DIVENTARE
"CAVALIERE" O "ANCELLA"
DELLA MADONNA DEL DIVINO AMORE?


Telefona al 333.9889358, ti risponderà con gioia don Giorgio, "Figlio della Madonna del Divino Amore". Ti dirà come diventarlo.



INVIA LA TUA PREGHIERA


Scarica Adobe Flash Player per visualizzare l'animazione



S. ROSARIO




32^ Festa della Comunità Parrocchiale
5-6-7 settembre 2014

5-6-7 settembre 2014: 32^ Festa della Comunità Parrocchiale

Scarica la locandinaScarica la locandina con il programma dettagliato della festa




Associazione Divino Amore Onlus


Anche un piccolo dono alla nostra “Associazione Divino Amore” onlus sarebbe molto prezioso e gradito per sostenere le opere del Santuario allargando così gli orizzonti della carità.

Coordinate bancarie della
ASSOCIAZIONE DIVINO AMORE ONLUS:

Banca di Credito Cooperativo di
Roma Agenzia 119
L.go Giuseppe Montanari, 13/14/15
Castel Di Leva
IBAN: IT 81 X 08327 03241 000000001329
BIC ROMAITRR



Maggiori informazioni



Visite guidate

Una delle vetrate artistiche del nuovo Santuario del Divino Amore

ALLA SCOPERTA DEL SANTUARIO DELLA MADONNA DEL DIVINO AMORE

“Fa o Madre nostra che nessuno passi mai da questo Santuario senza ricevere nel cuore la consolante certezza del Divino Amore” Giovanni Paolo II

Il Santuario della Madonna del Divino Amore propone ai pellegrini che lo desiderano visite guidate alla scoperta della bellezza del luogo lungo un itinerario che si snoda tra storia e arte, fede e cultura.

Tappe:

  1. L’ Antico Santuario
  2. La Rassegna Mariana e la Mostra sulla Sacra Sindone
  3. La Cripta: Don Umberto Terenzi e i coniugi Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi
  4. La Torre del Primo Miracolo e il pellegrino viandante.
  5. La salvezza di Roma, il voto dei romani e il Nuovo Santuario.

Info e Prenotazioni:
Ufficio parrocchiale: tel. 06.713518
L’appuntamento per l’inizio delle visite è nel piazzale antistante l’Antico Santuario.




Agosto 2014

Stele a ricordo del 4 luglio 1999 giorno della dedicazione del Nuovo Santuario

RICORRENZE

14 agosto ore 24.00 - Pellegrinaggio notturno per l'Assunta.
Partenza da Roma, Piazza di porta Capena. Viene portata l'immagine della Madonna.

Si ricorda:


Mai visto camion da trasloco dietro carro funebre

Nella vita si possono accumulare ''tesori che la morte vanifica'', io non ho mai visto un camion da trasloco dietro un corteo funebre, mai. Ma c'e' un tesoro che nessuno ti può portare via, che non è quello “che hai risparmiato per te”, ma “quello che hai dato agli altri”… La sete di possesso… rende vanamente inquieti. Il Signore ci ha fatto inquieti per cercarlo, per trovarlo, per crescere. Ma se il nostro tesoro è un tesoro che non è vicino al Signore, il nostro cuore diventa inquieto per cose che non vanno… alla fine il nostro cuore si stanca, diventa pigro… senza amore. Io cosa ho: un cuore stanco, oppure un cuore inquieto, che cerca sempre le cose del Signore? Questa inquietudine… bisogna curarla sempre.

Papa Francesco - 22 giugno 2013 -- omelia della messa a Santa Marta




IL NUOVO NUMERO DEL BOLLETTINO
La Madonna del Divino Amore

Scarica l'ultimo numero del Bollettino in formato pdf
Scarica l'ultimo numero del Bollettino in formato pdfScarica l'ultimo numero del Bollettino in formato pdf.




Dal Seminario del Divino Amore

I seminaristi dei Seminari della Diocesi di Roma durante il convegno. Sulla destra il gruppo dei seminaristi del Seminario
della Madonna del Divino Amore

Si Ricomincia …

L’ordinazione sacerdotale di Don Prakash e Don Sijo, è stato il più importante evento dell'anno accademico passato. Dopo la vendemmia si prepara la vigna del Signore perché sia rigogliosa e porti buoni frutti. Con il convegno dei seminaristi romani a Sacrofano è iniziato il nuovo anno formativo del nostro seminario. I nuovi media: sfide, opportunità e pericoli già nel tempo della formazione in vista di una identità sacerdotale autentica, è stato il tema del convegno. Sono intervenuti diversi esperti da varie università ecclesiastiche.
E' emerso con chiarezza che il mondo della comunicazione, le innovazione tecnologiche sono preziosi nella formazione e nell’evangelizzazione ma il più efficace rimane sempre il metodo di Gesù: stare in mezzo alle gente. D’altronde la trasmissione della fede in maniera virtuale corre il rischio di privare i pastori dell “odore delle pecore”, come dice Papa Francesco.
All' incontro hanno partecipato 125 seminaristi circa, i formatori dei seminari della Diocesi di Roma, il Cardinal Vicario Sua Eminenza Agostino Vallini e il Vicegerente Sua Eccellenza Fillipo Iannone. Sono stati giorni molto intensi e coinvolgenti: gruppi di lavori, confronto con i relatori, con i formatori e con il Cardinal Vicario e il Vicegerente. Al di là del fascino del tema, il convegno è stato per i seminaristi un' occasione importante per conoscersi fra di loro poiché si formano in quattro luoghi diversi.
La comunità del nostro Seminario con una celebrazione Eucaristica ha manifestato la sua gratitudine a Don Domenico Parrotta, che dopo sette anni di servizio come vice rettore ha assunto un altro incarico pastorale nel Santuario. Il nuovo vice rettore è Don Fidel Medina, colombiano, con diversi anni di esperienza come parroco e vicario parrocchiale. A Don Fidel auguri di buon lavoro!
Ringraziamo il Padrone della vigna, che continua a chiamare nuovi operai, per i sei giovani che iniziano il loro cammino vocazionale con l’anno propedeutico. Sono ragazzi che hanno accettato la grande sfida della chiamata alla sequela del Signore, dopo aver completato studi universitari e dopo un’esperienza nel mondo del lavoro. A loro auguriamo un buon cammino.
Chiediamo a voi, carissimi devoti e pellegrini del Santuario della Madonna del Divino Amore, di essere vicini a questi fratelli sostenendo loro con la preghiera.
La preghiera potrà aiutare anche tanti giovani che fingono di non aver sentito o che hanno paura di rispondere alla chiamata del Signore, sarà per loro una luce e uno stimolo per non temere di fidarsi di chi possiede il segreto della felicità, cioè di una vita pienamente realizzata posta nelle mani del Signore.

Don Vincent Pallipadan
Rettore del Seminario


Visita il sito del Seminario







SITO OTTIMIZZATO PER:
Explorer Mozilla Firefox Google Chrome

Torna in alto


Santuario della Madonna del Divino Amore - Via del Santuario 10 - 00134 ROMA - tel. 06.713518 - fax 06.71353304