Sacramenti

"Il Battesimo dei bambini sia celebrato nella chiesa parrocchiale dei genitori,
a meno che una giusta causa non suggerisca diversamente".
(CIC 587)

Prenotazione

Per celebrare il Sacramento del Battesimo nel Santuario della Madonna del Divino Amore è necessario prenotarsi per tempo presso la Segreteria portando il nulla osta della Parrocchia di appartenenza, che specifichi l’avvenuta preparazione dei genitori.

Celebrazione

Per il Battesimo occorre la veste candida e la candela. Presentarsi in Segreteria mezz'ora prima della Celebrazione e consegnare i seguenti documenti:
  1. La Scheda compilata in stampatello.
  2. La fotocopia del certificato di nascita del bambino.
  3. Il Certificato di idoneità dei padrini rilasciato dalla loro Parrocchia.


Occorrono sempre un padrino e una madrina. Non possono esserci due padrini o due madrine.I genitori non possono fare da padrini.

Note

  • Il Battesimo si celebra nella CAPPELLA DELLO SPIRITO SANTO per i non parrocchiani, il sabato alle ore 17.00 e la domenica alle ore 11.30.
  • Per il decoro della celebrazione si ricorda che in Chiesa è ammesso il solo fotografo autorizzato.
  • L’offerta del Battesimo andrà a favore delle opere di carità del Santuario e si può lasciare alla consegna dei documenti.

LE TAPPE DEL CAMMINO

  1. I fidanzati sono invitati a presentarsi al proprio parroco almeno un anno prima della data prevista per le nozze per poter iniziare al momento opportuno il corso di preparazione al matrimonio e l' espletamento dei documenti richiesti.
  2. Il luogo normale delle nozze è la comunità della parrocchia nella quale i fidanzati sono inseriti e alla cui vita e missione prendono parte. Per validi motivi di necessità o di convenienza pastorale il matrimonio può essere celebrato in altre parrocchie, col permesso del parroco che procederà con le pratiche matrimoniali. Perciò per prenotare il matrimonio in una chiesa che non sia la parrocchia di uno dei due fidanzati bisogna presentare la dichiarazione del parroco che da il permesso.
  3. Il corso di preparazione al matrimonio ha lo scopo di aiutare i fidanzati a conoscere e a vivere le realtà del matrimonio che intendono celeebrare. La partecipazione al corso è moralmente obbligatoria! Con il consenso del parroco inizieranno il corso sei mesi prima della data fissata per le nozze.
  4. La preparazione dei documenti è l'ultima tappa del corso di prepara-zione al matrimonio. I documenti richiesti sono:
    • Certificato di battesimo per uso matrimonio rilasciato dalla parrocchia dove è avvenuto il Battesimo.
    • Qualora sul certificato di battesimo non risultasse la registrazione della Cresima bisognerà rivolgersi alla chiesa dove è stato celebrato il sacramento per ritirare il certificato di cresima.
    • Attestato di frequenza del corso di preparazione.
    • Certificato contestuale dei due nubendi in carta semplice (richiesti da organizzazioni non lucrative di utilità sociali art. 27 bis) da ritirare presso il comune di residenza. A Roma presso il municipio.
  5. Luoghi della celebrazione:
    • Cripta del Santuario tutti i giorni alle ore 10.00, 12.00, 17.00.
    • Antico Santuario solo giorni feriali alle ore 12.00.
Nel tempo liturgico dell'Avvento e della Quaresima, ordinariamente, non si celebrano Matrimoni.

Indicazioni per la celebrazione del matrimonio Scarica PDF

Avvisi circa la celebrazione

  1. Per prenotare il matrimonio presso il Santuario bisogna presentare il nulla osta del parroco che svolgerà le pratiche.
  2. La data della prenotazione non dovrà superare un anno di attesa dalla data della celebrazione.
  3. Bisogna dare la conferma della prenotazione almeno un mese prima della data delle nozze.
  4. Per chi dovesse stampare l'eventuale libretto della celebrazione è consigliabile consultarsi con il sacerdote responsabile del Santuario almeno un mese prima.
  5. La semplicità e la solennità del rito del sacramento, preparata con decoro e proprietà di addobbo, non si concilia con l'ostentazione del lusso, dello sfarzo e della mondanità, che deve essere bandita dalla celebrazione del matrimonio. Perciò si raccomandano gli abiti semplici e modesti che rispettino la sacralità del luogo e la solennità della cele-brazione.
  6. Per assicurare il rispetto del luogo sacro e delle norme liturgiche ci sono gli esperti incaricati dal Santuario, che vanno consultati, per le musiche liturgiche (Organista e voce, Luca Proietti tel. 328.2032448), per il servizio fotografico (Fotografo Sig.ra Patrizia tel. 06.71356075) e per gli addobbi floreali (Fioraio Sig.ra Nunzia tel. 06.71350420).
  7. Gli interventi dei fotografi durante la celebrazione sono regolati dalle norme che il sacerdote responsabile del santuario darà agli sposi durante l'incontro di preparazione alla celebrazione. Così come, nello stesso incontro, saranno date delle note scritte per il buon andamento della celebrazione.
  8. Il contributo richiesto per le spese (sostenute dalle parrocchie e per le opere caritative) è fissato dal Vicariato di Roma.
  9. Molte spose, seguendo una antica tradizione, lasciano il loro vestito al Santuario.
Per ogni chiarimento e richiesta rivolgesi alla Segreteria.

Origine e prassi delle Messe gregoriane

L’origine di questa prassi (30 Messe consecutive in suffragio di un defunto) risale a san Gregorio Magno († 604). Nel IV libro dei Dialoghi, a lui attribuito, si narra di un monaco morto senza riconciliazione con la Chiesa dopo aver commesso un grave peccato contro la povertà. Dopo trenta giorni durante i quali era stata celebrata per lui una Messa quotidiana di suffragio apparve ad un confratello annunciando la sua liberazione dalle pene del purgatorio (cfr. Dialoghi IV, 55).

Presso la Segreteria si possono prenotare le Messe gregoriane, 30 Messe consecutive in suffragio di un defunto.